Feocromocitoma

La terapia di scelta per il feocromocitoma è la chirurgia.

Il tumore sporadico (incidentaloma) è di pertinenza del chirurgo quando la lesione sia di diametro 3 cm o nei casi casi di crescita rapida con produzione ormonale, indipendentemente dalle dimensioni.

La surrenectomia controlla l'ipertensione arteriosa nell'80% dei pazienti con tumore benigno (90% di tutti i feocromocitomi).

La sopravvivenza è del 95% per il feocromocitoma benigno e del 45% per quello maligno.

Nel feocromocitoma come forma familiare (MEN 2), la bilateralità è estremamente frequente (50%), di solito come manifestazione tardiva della sindrome (40%). Per tale motivo, di fronte alla monolateralità della manifestazione, numerose scuole chirurgiche considerano opportuna la surrenectomia bilaterale d'amblè allo scopo di prevenire recidive a distanza.

Feocromocitomi extra-midollari, più aggressivi, sono presenti nel 10% dei casi (2% intratoracici).

Il trattamento è sempre chirurgico.